Il gioco d’azzardo delle slot machine dal vivo

Le slot machine dal vivo fanno sempre parlare di sé ed in questo caso per niente di buono. Infatti un gestore pugliese di new slot era ormai nel mirino di Alessandro Loiola, di 37 anni residente nella zona di Gallipoli, stiamo parlando di estorsione! I Carabinieri lo hanno infatti arrestato ed ora sarà incriminato, si tratta di un caso più che particolare, ma sono molti i crimini correlati al gioco d’azzardo in Italia. L’incaricato del ritiro denaro proveniente dalle slot era stato preso di mira dal Loiola e si parla dello scorso novembre quando il personaggio ora arrestato aveva seguito il gestore intimandogli di consegnargli tutti i soldi dell’incasso. A quel punto la vittima era entrata nella spirale ed ogni mese doveva pagare una tangente al ritiro dei proventi derivati dal gioco. Sono stati i Carabinieri della zona di Gallipoli ad arrestare l’uomo reo di questo crimine che aveva già estorto 1.400 euro all’incaricato della ditta delle slot machine, Il PM Giuseppe Capoccia ha coordinato tutte le indagini a riguardo, ottenendo dal Gip Annalisa De Benedictis la possibilità di inoltrare l’ordinanza di custodia cautelare in carcere e così Loiola è stato subito trasportato in carcere a Borgo San Nicola. Una situazione che con molta probabilità non si verificherà più nel futuro.