Archivio mensile:febbraio 2014

Il gioco d’azzardo fà rinascere l’intrattenimento

Recuperare la credibilità del gioco quale intrattenimento e divertimento dovrebbe essere compito degli addetti ai lavori: mettere, quindi, in risalto il mantenimento di un principio sacrosanto, quello del puro divertimento a cui l’essere umano, da sempre, ha diritto e che lo stesso rincorre per “necessità”. Bisognerebbe recuperare l’intrattenimento e ridare splendore ad un settore quello del gioco, che oggi vive in assoluta penombra perchè vittima di una “cattiva fama” di fronte all’opinione pubblica “benpensante”: gli addetti ai lavori del comparto del gioco devono concentrare tutti i loro sforzi su questa operazione e devono riuscire a sensibilizzare l’opinione pubblica su questo principio sacrosanto ed inviolabile che è la necessità di divertirsi. Non ha importanza che il divertimento sia “con vincita” oppure “senza”, va riportato alla luce questo settore che sta pian piano morendo e che pian piano morendo porta lontano da noi il “piacere” del divertimento e del rilassamento.

I Monopoli di Stato negli anni, hanno offerto giochi di qualità, giochi legali e divertenti ma ora stanno invece abbandonando tutto il settore e quindi lasceranno i cittadini “nella totale desolazione e solitudine” e ciò non va visto che, sempre negli anni, da questo comparto hanno estratto notevoli profitti. In fondo, sin dall’origine dei tempi, l’uomo ha trovato e cercato il modo di “intrattenersi” e di soddisfare questa necessità in ogni forma possibile: il gioco è sempre stata la forma più ricercata, sempre nei limiti e nelle giuste modalità e quindi perchè ora disprezzarlo, allontanarlo e dare a lui “responsabilità” che in fondo in fondo ha molto relativamente?